Cos’è l’emodialisi e in quali casi è necessaria

L'emodialisi è il metodo utilizzato nel trattamento dell'insufficienza renale: oggi sono pochissimi gli effetti collaterali, rispetto alla terapia originaria degli anni Sessanta e spesso viene eseguita direttamente a casa.

emodialisi

L'emodialisi, utilizzata in caso di insufficienza renale, il paziente viene collegato ad apparecchiature che negli ultimi tempi si sono fatte sempre più innovative e leggere, oltre che facili da usare anche a casa: durante il trattamento il sangue viene fatto passare attraverso un filtro che rimuove le sostanze di rifiuto e i liquidi in eccesso. Il sangue filtrato ritorna poi nell'organismo.

L'emodialisi è molto utile per eliminare dal sangue le sostanze dannoese e quindi mantenere sotto controllo la pressione e l'equilibrio delle sostanze chimiche all'interno dell'organismo. Deve essere eseguita con cadenza regolare, negli stessi orari.

L'emodialisi può essere fatta in centri specializzati oppure a casa, dopo un periodo di insegnamento per i pazienti e i famigliari che lo aiuteranno a mettere in atto la procedura. Anche a casa bisognerà seguire un programma rigido per poter effettuare la "pulizia del sangue" negli stessi giorni e negli stessi orari.

Una volta al mese il vostro medico vi farà fare degli esami del sangue per capire se il trattamento è funzionale alla vostra situazione, se è in grado di rimuovere la quantità necessaria di rifiuti dal sangue, o se la terapia è invece da correggere, in base alle esigenze dell'organismo di ogni paziente. L'esame va fatto sia per emodialisi fatte a domicilio sia per trattamenti fatti nei centri sanitari.

Via | Farmacoecura

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail