Tachicardia notturna: i rimedi naturali, i sintomi e cosa fare

Tachicardia notturna: i rimedi naturali, i sintomi e cosa fare

Che fare quando, nel bel mezzo della notte, ci svegliamo con la tachicardia? Ecco alcuni consigli utili, le possibili cause ed i rimedi naturali

Tachicardia notturna: rimedi naturali o farmaci? Che fare quando, nel bel mezzo della notte, ci svegliamo con la preoccupante sensazione che il nostro cuore abbia iniziato a battere all’impazzata? Innanzitutto, rimanete calmi. Spesso la tachicardia, notturna o diurna, non è sintomo di qualcosa di grave, ma di un accumulo di ansia e stress, che trova sfogo quando meno ce lo aspettiamo. Detto questo, naturalmente se il sintomo dovesse presentarsi in maniera insistente e frequente, la prima cosa da fare è senza dubbio quella di consultare il proprio medico curante, che saprà identificare l’effettiva causa del vostro disturbo.

Nel caso in cui la tachicardia notturna sia provocata da reali problemi cardiaci o da altri tipi di problemi (anche i problemi alla tiroide possono provocare tale sintomo), sarà il vostro stesso medico ad indirizzarvi da un bravo cardiologo o da un medico specialista. In caso contrario, sappiate che esistono davvero moltissime cause che potrebbero far “galoppare” il nostro cuore.

Alcool, nicotina, caffè, droghe, ansia, stress, ma non solo. Paradossalmente, anche alcuni dei “rimedi naturali” che prendiamo per la nostra salute, se assunti in dosi eccessive, potrebbero provocare tachicardia. Basti pensare che a me è capitato di svegliarmi con la tachicardia dopo aver sbadatamente assunto una dose di valeriana superiore a quella consigliata!

Detto questo, dopo aver verificato le effettive cause del nostro problema, non ci resta che cercare i rimedi più adatti per risolverlo. Innanzitutto, è logicamente consigliato evitare le cause che potrebbero scatenare la tachicardia. Dite basta al fumo, al caffè, e naturalmente – inutile dirlo – anche alle droghe! Cercate di stare alla larga da eventuali fonti di ansia e stress, e cercate un aiuto valido nella … natura!

Durante il pomeriggio, o anche di sera, potreste bere un’ottima tisana di tiglio, oppure potreste assumere delle gocce di estratto fluido di biancospino da diluire in acqua 2/3 volte al giorno.

Altre “erbe” utili sono la passiflora e la valeriana (da assumere naturalmente entro le dosi consigliate). Imparate inoltre a controllare la respirazione: cliccate qui per conoscere i segreti di questa tecnica.

© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati
via | Farmacoecura

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog