Ictus, è possibile prevenirlo con gli ultrasuoni?

Un esame con ultrasuoni, che va ad analizzare il flusso dell'arteria carotide, può essere d'aiuto nella prevenzione dell'ictus? Ecco cosa sostengono gli esperti in merito a questa questione.

Ictus ultrasuoni

Prevenire l'ictus è possibile? E' la domanda che si fanno molti medici, ma anche molte persone che si domandano se sia possibile cercare di prevenire in maniera tempestiva questa terribile malattia. Proprio nel mese della prevenzione dell'ictus, che come abbiamo visto ha incidenza minore in chi segue la dieta mediterranea e fa attività fisica, è molto importante parlare di prevenzione.

Ecco che allora emerge la possibilità di utilizzare gli ultrasuoni, per scansioni all'arteria carotide, per capire se è tutto sotto controllo. L'ictus, infatti, può manifestarsi a causa di danni ai vasi sanguigni che vanno avanti da tempo o a placche che ostruiscono le arterie. L'ecografia carotidea, in questo, può essere molto utile, perché è in grado di rilevare l'accumulo di placche di colesterolo nell'arteria carotidea del collo.

L'ecografia carotidea utilizza ultrasuoni per poter capire se l'arteria è ostruita o libera: è un metodo veloce e sicuro ed è uno strumento di diagnosi indispensabile se il paziente o il medico sospetta un possibile ictus, per sintomi conclamati che si sono manifestati. E' molto utile anche in tutti coloro che manifestano dei fattori di rischio, come il fatto di aver già avuto in passato dei mini ictus, di soffrire di pressione e colesterolo alto o di diabete.

Ovviamente come tutti gli esami diagnostici vanno effettuati solo se si ipotizza un possibile ictus: l'Us Preventive Services Task Force, infatti, sottolinea come non si debba abusare di tali sistemi, soprattutto se si pensa che solo l'1% della popolazione ha un restringimento di questa arteria e che meno del 10% degli ictus è causato da questo restringimento. C'è anche il rischio di falsi positivi.

Gli esperti consigliano, dunque, di cercare di prevenire l'ictus con un'alimentazione sana, con l'attività fisica, smettendo di fumare, evitando i vizi. Gli ultrasuoni possono essere un utile strumento, ma solo in determinati casi e, viste le statistiche, anche in rari casi.

Via | Harvard Health Publication

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail