Tagli alla sanità pubblica: tagliati 30mila posti letto

Tagli alla sanità pubblica: tagliati 30mila posti letto

Il ministro fa la lista degli "sprechi"

Meno ospedali, meno posti letto, più servizi sanitari territoriali. La spending review colpisce anche i servizi ospedalieri, cercando di tagliare sprechi e, soprattutto, posti letto. Tocca alle Regioni compiere cotanta impresa: oggi negli ospedali i posti letto ogni mille abitanti sono 4,2. Nell’idea di riduzione dei costi si dovrebbe passare a 3,7. In realtà non ci saranno tagli ma riconversione: i posti letto serviranno per le terapie di lungodegenza e per i servizi di assistenza agli anziani. 

Il processo è già partito in Regioni come Emilia Romagna, Veneto, Toscana e Lombardia. L’obiettivo a livello nazionale è scendere da 251.023 a 224.315 posti letto.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog