Bentelan: dosaggio e indicazioni per adulti e bambini

Qual è il dosaggio del Bentelan per adulti e bambini? Quali sono le indicazioni del farmaco?

bentelan

Il Bentelan è un farmaco corticosteroideo utilizzato per il trattamento di diverse patologie: si ricorre a questo medicinale in caso di allergie, di asma, di collagenopatie, di artrite reumatoide, di patologie infiammatorie croniche, di dermatosi infiammatorie, di colite ulcerosa. Il Bentelan è anche usato in caso di sindrome nefrosica, colite ulcerosa, ileite segmentaria (sindrome di Crohn), pemfigo, sarcoidosi, cardite reumatica, spondilite anchilosante, emopatie discrasiche.

Il farmaco deve essere prescritto dal medico curante, così come il dosaggio deve essere valutato in base a condizioni fisiche e patologiche. Il dosaggio del Bentelan, infatti, varia in base al tipo di trattamento che deve essere seguito dal paziente.


  • In caso di terapia di breve durata, si consiglia solitamente di assumere dalle 4 alle 6 compresse al giorno di BENTELAN 0,5 mg compresse effervescenti o 2/3 compresse al giorno di BENTELAN 1 mg compresse effervescenti. Il dosaggio va poi diminuito gradatamente in base ai miglioramenti.

  • In caso di terapia di lunga durata, si prevede una terapia di attacco, con 6-8 compresse al giorno, pari a 3-4 mg, alla quale segue una diminuzione graduale del dosaggio, fino al mantenimento che solitamente prevede l'assunzione di 1-2 compresse al giorno per adulti di peso medio.

Qual è il dosaggio di Bentelan per i bambini? Di solito 0,1-0,2 mg/Kg di peso corporeo al giorno. Esiste anche la versione per Aerosolterapia (0,5-1 mg sciolti al momento dell'uso in 1-2 mL di acqua).

Bentelan è disponibile in compresse, che sono facilmente divisibili a metà per aiutare a seguire la giusta posologia, ma anche nella variante solubile in acqua, molto più pratica e di facile utilizzo per la somministrazione.

Controindicazioni del Bentelan

Il farmaco non deve essere usato in caso di infezioni sistemiche se non è stata seguita una terapia antinfettiva, in gravidanza, in allattamento (a meno di non essere indispensabile per la mamma), oltre che in caso di immunizzazione con virus attenuti, pazienti che ricevono glicorticoidi specie se ad alte dosi.

  • shares
  • Mail