Patatine con sopresa: è un topo fritto, multata ditta produttrice

7mila euro di multa ad un'azienda veneta, dopo il ritrovamento di un topo fritto in un sacchetto di patatine: una sorpresa davvero macabra per una coppia di giovani veneti!

patatine

Un'azienda veneta dovrà pagare una multa di 7mila euro per un topo trovato in un pacchetto di patatine prodotto dalla ditta. La storia risale a qualche tempo fa, quando due ragazzi di Spinea avevano comprato una confezione di patatine Country pizza della ditta Bag Snacks Srl di Galliera Veneta, in un supermercato della zona.

Dopo i tanti problemi alimentari con i prodotti Ikea o le scoperte di ingredienti non segnalati in quelli di Nestlè, ecco una piccola rivincita per i consumatori.

Tutto è iniziato lo scorso anno, quando una coppia di giovani, mangiando queste patatine, ha scoperto che dentro c'era un topo fritto e mummificato: la ragazza, che ha fatto il macabro ritrovamento dopo che i due avevano mangiato tutto il pacchetto di patatine, è persino svenuta, tanto che il fidanzato ha dovuto portarla al pronto soccorso.

I giovani hanno denunciato il fatto ai Carabinieri di Spinea ed ora la vicenda è sotto giudizio alla Procura di Padova. Grazie a delle particolari analisi fatte dall'istituto zooprofilattico di Legnaro, si è scoperto che il topolino si era introdotto nel macchinario per la preparazione delle patatine, fritto nell'olio, confezionato e venduto.

Già in passato la ditta aveva avuto problemi con la legge per questioni igienico sanitarie degli stabilimenti del gruppo. Ora questa negligenza potrebbe costarle care: il pubblico ministero Benedetto Roberti, infatti, ha chiesto che la ditta paghi una multa di 7mila euro, da suddividere tra l'amministratore Italo Girolimetto e la responsabile del controllo qualità dell'azienda Nicoletta Gagliardi.

Via | Corrieredelveneto

Foto | da Flickr di ciron810

  • shares
  • Mail