Allarme elettrosensibilità: sono 500mila gli italiani con allergia a telefonini e tv

Sono almeno 500mila gli italiani che soffrono di allergia a telefonini e tv. E’ l’elettrosensibilità, un problema che ricade nell’ambito della sensibilità chimica multipla

allergia telefonini

Allergia a telefonini e tv? Sembra assurdo, ma a quanto pare sono almeno 500mila gli italiani che soffrono di questa patologia, che ha anche un nome tutto suo: elettrosensibilità. A lanciare l’allarme è Giuseppe Genovesi, immunologo e allergologo del Policlinico Umberto I di Roma celebre per aver diagnosticato la sensibilità chimica multipla (Mcs) – un disturbo che rende intolleranti a molte sostanze di origine chimica – a una donna sarda di 49 anni che è riuscita ad ottenere dal Servizio Sanitario Nazionale il pagamento delle cure cui ha deciso di sottoporsi presso l’unica clinica europea, a Londra, che fornisce un percorso terapeutico per questa malattia.

Proprio di Mcs si tratta anche nel caso dell’elettrosensibilità. Come ha spiegato Genovesi,

anche se definita una patologia rara, in realtà la Mcs è abbastanza diffusa: si stima che il 15% della popolazione in Usa ed in Europa soffra di qualche intolleranza chimica e almeno il 3% soffre di Mcs; di questi ultimi pazienti, il 50% presenta anche elettro-sensibilità.

Questo significa

ha aggiunto l’immunologo

che in Italia le persone colpite da Mcs con elettro-sensibilità sono stimate in 500.000, ma secondo vari esperti la cifra è sottostimata.

Che si tratti di una sottostima sembra confermato dai registri della stessa struttura in cui lavora Genovesi.

Il medico ha, infatti, spiegato che negli ultimi due anni le diagnosi di Mcs effettuate nel solo Policlinico Umberto I sono state 300. Una parte di queste vede la sensibilità chimica multipla associata all’elettrosensibilità. A soffrirne sono anche i bambini, che corrispondono all’8% dei casi diagnosticati.

Spesso tale patologia non è riconosciuta o è scambiata per un disturbo psicologico

ha proseguito Genovesi;

è quindi probabile che molti pazienti non sappiano di esserne affetti.

Cause e cure della sensibilità chimica multipla

Che sia o meno legata ad elettrosensibilità, la sensibilità chimica multipla ha cause che affondano le loro radici in caratteristiche genetiche che predispongono alla malattia. Quello con cui si ha a che fare, ha spiegato l’esperto, è

una ridotta capacità genetica di eliminare le sostanze tossiche.

Anche l’ambiente gioca, però, un certo ruolo nello scatenare i sintomi di questa malattia, che variano dagli svenimenti ai problemi respiratori, cefalee intense e manifestazioni cutanee.

In Italia le treapie che permettono di contrastare questi sintomi non sono ancora disponibili, ma ciò non significa che non esistano. Si tratta, ha affermato Genovesi, di

specifiche immunoterapie per la progressiva desensibilizzzione alle onde elletromegnetiche.

Via | Ansa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail