Il Motilium per aumentare il latte: quando serve e come va assunto

Il Motilium, il farmaco a base di domperidone, può essere utile per alcune mamme che vogliono aumentare il latte prodotto durante la fase dell'allatamento al seno. Ecco a chi è consigliato.

motilium per aumentare il latte

Il Motilium è un farmaco che in alcuni casi viene utilizzato per poter aumentare la quantità di latte prodotta dalla mamma nella fase dell'allattamento. Il Motilium è un medicinale a base di domperidone, che troviamo anche nel Peridon e, solitamente, viene impiegato per trattare i disturbi gastrointestinali più comuni, come cattiva digestione, nausea, vomito.

Il peridone, utilizzato anche dai bambini, ha tra gli effetti indesiderati quello di aumentare la secrezione di prolattina, l'ormone che stimola proprio la produzione di latte nel seno materno. Per questo non sono poche le donne che allattano che assumono questo farmaco per poter incrementare la quantità di latte prodotto.

Ovviamente si tratta di un uso improprio del farmaco, a meno che non sia stato consigliato dal proprio medico di base o dal proprio ginecologo. Qualche tempo fa l'FDA, la Food and Drugs Administration, ha rilasciato indicazioni ben precise invitando le donne a non usare il motilium per aumentare la quantità di latte prodotta, anche perché molti gli effetti indesiderati cardiaci che il farmaco porta con sè. Inoltre il domperidone potrebbe venire assunto dal bambino tramite il latte e non si sa ancora se questo fatto possa essere nocivo per i piccoli.

Solitamente il domperidone viene utilizzato nelle mamme che non possono momentaneamente allattare il bambino (perché nato pretermine o perché la mamma è stata sottoposta ad un intervento): il farmaco unito alla pratica di estrarre il latte con un tiralatte all'incirca con la stessa frequenza con la quale il piccolo si nutrirebbe, permette alle donne di non rinunciare all'allattamento al seno, nonostante un piccolo periodo nel quale questo non è possibile. Ma vietato utilizzarlo in altri casi, se non è il medico a consigliarlo!

Foto | da Flickr di rezsox

Via | Saninforma

  • shares
  • Mail