Cos'è Vagisil crema, come si usa e quando serve

In caso di prurito e fastidio nella zona vaginale e perianale, dovuto magari a cambi di stagione, biancheria con residui di sapone che possono irritare la cute o piccole infezioni da poco conto in corso, si tende a chiedere al farmacista un rimedio topico da applicare sulla parte interessata. Vagisil crema è una delle più utilizzate in questi casi: è una crema in tubetto, acquistabile senza prescrizione medica, a base di lidocaina, un leggero anestetico.

Non è difficile capire come si usa e quando serve: in caso di prurito leggero o fastidio un poco più intenso, ne va applicato uno strato sottile, previo lavaggio accurato delle mani e delle dita, sulla zona vaginale, per ottenere un sollievo quasi immediato. Ciò avviene perché la lidocaina, il principio attivo, anestetizza i recettori nervosi della cute e delle mucose, annullando la sensazione di fastidio e leggero dolore.

Bisogna fare attenzione alla risposta del corpo all'utilizzo di Vagisil crema, perché se il prurito persiste e si prolunga è bene sospendere il trattamento e rivolgersi al medico: innanzitutto per evitare una sensibilizzazione all'utilizzo della crema, ma anche perché potrebbe essere in corso un'infezione micotica come la Candida, contro la quale la Vagisil crema non è assolutamente efficace.

Ripetiamo, come sempre, che per evitare pruriti e infezioni vaginali bisogna seguire alcuni semplici precetti: pulizia intima adeguata e uso di detergenti delicati, ad esempio Vagisil ha ideato anche un detergente intimo, regolatore del PH e non aggressivo che puoi acquistare direttamente su AMAZON; asciugarsi bene dopo ogni lavaggio per evitare la proliferazione di batteri e funghi; seguire una dieta ricca di probiotici e fermenti e tagliare gli zuccheri, responsabili delle alterazioni del pH vaginale.

Via | Torrinomedica

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail