Torna il Bonsai Aid Aids, con Anlaids aiuti la lotta all'Hiv

bonsai aid aids

Anche quest'anno il fine settimana di Pasqua sarà dedicato all'iniziativa Bonsai Aid Aids. Da oggi fino al 31 marzo saranno circa 3.000 le piazze italiane in cui a tutti coloro che sosterranno Anlaids Onlus nella lotta all'Aids sarà distribuito un bonsai, simbolo dell'associazione dalla prima edizione dell'iniziativa, risalente all'ormai lontano 1993.

I volontari presenti presso i banchetti dell'associazione distribuiranno materiale informativo pensato per sensibilizzare la popolazione sui temi della prevenzione dell'infezione da Hiv e della ricerca sull'Aids.

La scelta del bonsai non è casuale: scopo della sua donazione è ricordare che, così come questo piccolo albero vivo ha bisogno di cure opportune, così per fermare l'Hiv è necessario un impegno quotidiano e le persone che convivono con il virus hanno bisogno di curarsi tutti i giorni.

I fondi raccolti serviranno, invece, per finanziare le attività su cui è basato lo stesso statuto dell'Anlaids: borse di studio per giovani medici laureati e ricercatori, campagne informative nelle scuole, realizzazione e distribuzione di materiale informativo ad hoc nei luoghi di ritrovo per i giovani, fra la popolazione straniera, nelle carceri e nelle caserme, l'acquisto di apparecchiature medico-scientifiche per centri ospedalieri e universitari, il sostegno di case alloggio per persone sieropositive e malate di Aids e l'aiuto a centri medici in paesi esteri dalle risorse limitate particolarmente colpiti dalla malattia.

Quest'anno, però, c'è anche una novità: il bonsai sarà portato anche nell'alta cucina grazie a Bon-sai Dîner, un progetto che coinvolge 28 tra i migliori ristoranti italiani - di cui 21 stellati -, in cui la piccola pianta sarà utilizzata come centrotavola come gesto di solidarietà nei confronti di chi deve convivere con il virus dell'immunodeficienza acquisita.

Per avere informazioni sulle iniziative di questi giorni è possibile visitare il sito di Anlaids. Per chi avesse bisogno di aiuto è invece a disposizione un numero verde (800589088) attraverso il quale ogni lunedì e giovedì, dalle 16 alle 20, è possibile parlare con un medico infettivologo.

Via e Foto | Anlaids

  • shares
  • Mail