Cos'è l'emeralopia e come si cura la perdita di visione notturna

emeralopia
L’ emeralopia è una sorta di miopia notturna. Questo disturbo, infatti, identifica la difficoltà di mettere a fuoco durante le ore notturne o in un luogo poco illuminato. Dietro questo problema potrebbe esserci prima di tutto la mancanza della vitamina A o del retinolo. Non è tutto, potrebbe anche essere il sintomo di malattie quali la pigmentosa di Retinitis, una degenerazione della retina, o la malattia di malattia del Refsum.

Alla base potrebbe esserci anche uno stato di malnutrizione, che ovviamente può portare a carenze vitaminiche. Come abbiamo detto prima e soprattutto come indica la parola emeralopia, il sintomo più evidenza è una perdita di visione notturna. Non è però l’unico campanello d’allarme. Spesso i problemi della vista sono accompagnati da mal di testa e secchezza oculare.

Come comportarsi? La prima cosa da fare è chiedere una visita specialistica. Potrebbe essere un momento di stanchezza come invece un disturbo da curare con molta serenità. Sarà poi il vostro medico a decidere quale sia la strada migliore da percorrere. Se l’emeralopia è causata da una malattia ben precisa, il dottore andrà a trattare non il semplice sintomo la causa principale.

In linea di massima, la terapia prevede la somministrazione di vitamina A, l'uso di colliri per facilitare l'accomodazione nel passaggio da luce ad oscurità. Le donne in gravidanza, inoltre, per evitare le forme congenite possono assumere supplementi vitaminici.

Via | Total Health
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail