A cosa serve l’elettromiografia agli arti inferiori e superiori

A cosa serve l’elettromiografia agli arti inferiori e superiori

L'elettromiografia è un esame che studia la funzionalità del sistema nervoso periferico, ecco alcune indicazioni utili

L’elettromiografia è un esame che viene condotto al fine di studiare la funzionalità del sistema nervoso periferico, fornendo dunque informazioni in merito alla funzionalità dei nervi periferici ed anche dei muscoli scheletrici ed evidenziandone un eventuale malfunzionamento in merito a conduzioni nervose, sensitiva e motoria. Grazie a questo esame, che sarà eseguito dal medico specialista in neurologia e dal tecnico e che normalmente non rappresenta un esame d’urgenza, sarà possibile valutare la presenza o meno di patologie del muscolo (ad esempio distrofia, miotonia), sclerosi multipla, sciatalgia, sindrome del tunnel carpale oppure la cervibrachialgia ed altre.

 

In linea generale, l’esame viene eseguito da seduti o da distesi su un lettino, mediante l’applicazione di un ago-elettrodo, che deve essere inserito nel ventre dei singoli muscoli, per valutarne in maniera precisa l’attività elettrica sia quando sono a riposo che quando sono in fase di contrazione. Generalmente si tratta degli arti superiori o di quelli inferiori.

 

L’elettromiografia è un esame specialistico non esattamente piacevole, ma secondo molti, la tollerabilità a tale esame varia a seconda dei casi e delle patologie. In certi casi il dolore è stato definito “minimo”, ma ciò dipende dalla soglia del paziente.

 

La durata dell’esame va dai minuti ai 15 ai 60 minuti circa, e prima di sottoporvisi, il paziente dovrebbe evitare di applicare creme sul corpo, e dovrà naturalmente consegnare al proprio medico i referti di esami relativi al problema da cui è affetto.

 

Il paziente dovrà inoltre segnalare al medico se assume degli anticoagulanti, se è portatore di pace-maker o stimolatori elettrici, o infine se è affetto da patologie infettive.
Elettromiografia arti
via | Dietaesaluteonline
Foto | da Flickr di Rob!

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog