Nutrizione enterale proteica per dimagrire, i rischi e quando è utile

Nutrizione enterale proteica per dimagrire

La nutrizione enterale proteica o NEP, chiamata anche Nutrizione Enterale Chetogena (NEC) o Nutrizione Enterale Domiciliare (NED), è un tipo di terapia nutrizionale che permette di dimagrire con un'alimentazione a base di proteine. E' famosa anche come Dieta con il Sondino.

Durante la fase di digiuno proteico il grasso corporeo, in particolare quello di addome, fianchi e cosce, viene bruciato, attraverso un processo metabolico decisamente complesso, che sfrutta dal tessuto adiposo l'energia, bruciando così i grassi e mantenendo intatta la parte muscolare. Ovviamente come tutte le diete ha i suoi pro e i suoi contro!

Il primo periodo di trattamento dura dai 7 ai 10 giorni, nei quali il paziente è nutrito solo attraverso il sondino naso-gastrico. Poi segue un periodo di 10-20 giorni di dieta alimentare controllata prescritta dal medico e personalizzabile. Dopo il mantenimento se ci sono ancora chili di troppo, si ricomincia tutto da capo.

Attraverso le varie fasi delle nutrizione enterale proteica utilizzata per dimagrire, avviene un fenomeno metabolico che permette di bruciare i grassi. I prodotti della combustione dei grassi sono i corpi chetonici, che sono in grado di utilizzare le energie del tessuto adiposo, che così diminuisce, hanno un'effetto energizzante utile in caso di mancanza di zuccheri, svolgono un'azione antifame.

Ovviamente hanno anche effetti sgradevoli: chi è sottoposto a nutrizione enterale proteica per dimagrire (con somministrazione di sacche che vengono inserite direttamente nell'organismo) potrebbe lamentare temporanei mal di testa, alitosi, causata dall'eliminazione dell'acetone. La NEP è un metodo veloce di perdere peso con effetto modellante, ma come ben sappiamo diete di questo tipo, che prediligono massicciamente nutrienti a discapito di altri, a lungo andare possono risultare nocivi per la salute dell'organismo.

La nutrizione enterale proteica per dimagrire non è da usare in caso di grave insufficienza renale, diabete mellito insulino dipendente scompensato, dalle donne in gravidanza e allattamento, da soggetti molto giovani.

Via | Dimagrireconlanep

  • shares
  • Mail