Cos'è la dialisi peritoneale, come funziona e le controindicazioni

dialisi

La dialisi peritoneale è una particolare terapia che viene adottata in caso di insufficienza renale: è un trattamento che si utilizza per depurare il sangue dall'interno dell'organismo del soggetto malato, utilizzando come membrana dializzante il peritoneo.

La dialisi peritoneale si esegue solitamente a domicilio: nei centri di dialisi viene effettuato un periodo di insegnamento, nel quale i medici spiegano ai pazienti come poter realizzare questo particolare tipo di dialisi, che prevede una tecnica davvero molto semplice: la sacca di soluzione dializzante, che generalmente è di due libri, viene immessa dall'alto per caduta nell'addome, tramite catetere permanente.

La dialisi peritoneale prevede una lenta immissione del liquido all'interno dell'organismo: dopo 4-5 ore, di solito, sempre per caduta il liquido passa in una sacca di scarico e il ciclo ricomincia con una nuova sacca contenente soluzione dializzante. Il paziente, in pratica, toglie il liquido collegando la sacca al catatere e poi collegandone un'altra con il liquido "nuovo", riempiendo il peritoneo.

Il trattamento può essere effettuato di giorno, oppure di notte, mentre il paziente dorme, con delle particolari macchine automatiche chiamate Cycler, che gestiscono tutto il processo in maniera automatica.

Al contrario della tradizionale emodialisi, che è un metodo più veloce, che richiede 3-4 ore per la depurazione, la dialisi peritoneale è un po' più lunga, con scambi che avvengono in modo graduale e continuo nell'arco delle 24 ore. Per l'insufficienza renale acuta si preferisce l'emodialisi, mentre quella peritoneale viene usata in caso di pazienti instabili a livello cardiovascolare, con accesso vascolare difficile, nei bambini, nei giovani con diuresi conservata.

Ovviamente anche la dialisi peritoneale può causare qualche problema: il più frequente è l'insorgere di peritonite, ma possono verificarsi anche ernie o la comparsa di diabete.

Via | Wikipedia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail