Cos'è il dolore pelvico cronico, le cause e come si cura

terapie dolore pelvico cronico

La sindrome del dolore pelvico cronico è un disturbo caratterizzato da un forte dolore che si accentua nella sede pelvica e perineale, ma che può diffondersi anche nella regione lombare, all'inguine, nei genitali esterni, al sacro coccige, alle cosce. Le cause sono da riscontrarsi in una situazione di ipertono involontario dei muscoli del pavimento pelvico.

La diagnosi di questa malattia, che da qualche tempo rientra tra quelle tipiche maschili a carico della prostata, avviene principalmente per esclusione. Dopo aver analizzato tutti i sintomi del paziente, il medico dovrà cercare di individurare tutti i nessi che portino ad individuare la sindrome del dolore pelvico cronico.

I sintomi del dolore pelvico cronico possono essere conseguenti ad un'ostruzione a livello dell'uretra, per un mancato rilasciamento dello sfintere uretrale esterno, causando anche problemi durante la minzione. Tra gli altri sintomi ricordiamo la tendenza ad andare in bagno spesso, sia di giorno si a di notte, l'urgenza minzionale, l'incontinenza.

Come si cura il dolore pelvico cronico? In realtà le terapie sono molte, a partire da una modifica dello stile di vita, con cambiamento delle abitudini alimentari.

Il medico potrebbe consigliare al paziente anche una cura a base di farmaci, come alfa-litici, antidepressivi, antidolorifici, miorilassanti, oltre che alcuni esercizi per rilassare e rilasciare la muscolatura del pavimento pelvico. Molto utili anche la terapia manuale, l'agopuntura, l'elettrostimolazione e la neuromodulazione non invasive, oltre che iniezioni di tossina botulinica.

Foto | da Flickr di Wonderlane

Via | Dottore Francesco Pesce

  • shares
  • Mail