L'elenco delle malattie esantematiche e come riconoscerle

malattie esantematiche

Le malattie esantematiche sono delle particolari patologie che si manifestano con un'eruzione cutanea che può avere forma variabile, l'esantema, per l'appunto. Altri sintomi possono essere collegati a queste eruzioni che possono essere accompagnate da papule, puntini e causare o meno prurito: la febbre, ad esempio, è spesso associata a questa manifestazione che indica la fine della fase di incubazione di queste malattie contagiose, oltre che la fine del periodo di infezione.

Molte delle malattie esantematiche più comuni colpiscono soprattutto i bambini: comparendo solamente quando l'incubazione è finita e quando il periodo di infezione volge al termine, è chiaro il perché del dilagare del virus che le causa!

Le malattie esantematiche più comuni sono la sesta malattia (o esantema critico), la scarlattina abortiva (o quarta malattia), la malattia mano-piede-bocca, il megaloeritema (o quinta qalattia), la mononucleosi infettiva, il morbillo, la rosolia, la scarlattina, la varicella, la parotite e la pertosse. Tutte malattie tipiche dei bambini.

Alcune di queste patologie possono essere evitate tramite vaccini, alcuni dei quali sono anche obbligatori, mentre per altre non c'è altra strada che sperare che i bambini non vengano contagiate. Ognuna di queste malattie è causata da virus diversi e si manifesta con sintomi diversi: tutte sono però accomunate da macchie, puntini o pustoline rosse che compaiono su tutto il corpo dei bambini, accompagnati da febbre, agitazione, fastidi, malessere generale e, talvolta, anche da un prurito irresistibile.

Salvo complicazioni, queste malattie si risolvono nel giro di pochissimo ed essendo causate da virus non è solitamente necessario ricorrere agli antibiotici, ma semplicimente ad antidolorifici o al paracetamolo per la febbre, oltre che a rimedi per rendere meno dolorosa o fastidiosa la permanenza delle macchie o pustole.

Foto | Flickr

Via | Saluteitalia

  • shares
  • Mail