Horchata de chufas: la bevanda valenziana ricca di fibre contro il cancro

horchata de chufasNe avete già sentito parlare? A me è capitato di recente di sentirne dire un gran bene da alcuni conoscenti spagnoli che sono soliti consumarne la bevanda che si ricava dalla cosiddetta chufa, più ricca di fibre addirittura dell’avena e dunque particolarmente indicata per il benessere del tratto intestinale e consigliata nella prevenzione del cancro al colon.

Si può utilizzare nelle preparazioni di prodotti da forno come pane e dolci per aumentarne il contenuto di fibre, ma è soprattutto la bevanda che se ne ricava ad attirare la mia attenzione perché considerata non solo benefica ma anche gradevole da consumare.

È nota come horchata de chufa e si prepara con acqua, zucchero e latte di chufa, nota anche come Cyperus esculentus, un tubercolo dalle proprietà sopra descritte. Ne risulta una bibita fresca e dissetante ma dolce e gradevolissima, ricca di vitamine C ed E, fosforo, potassio, zuccheri, grassi e proteine.

La sua diffusione nella provincia valenciana da cui prende il nome la chufa valenziana, appunto, è dovuta alla presenza araba su quel territorio, ma si può trovare ormai in tutta Europa, nei negozi di prodotti alimentari etnici o biologici.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail