Ossitocina: la sottile linea tra amore e gelosia

L’ossitocina, ormone dell’amore, del benessere, della socialità, di sentimenti come fiducia, empatia e generosità, secondo uno studio dell’Università di Haifa, potrebbe avere un ruolo importante anche nei comportamenti opposti come invidia e malizia.

L’ossitocina –spiega Simone Shamay-Tsoory, ricercatrice a capo dello studio pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry- è rilasciata naturalmente dal corpo durante il parto e durante le relazioni sessuali. Studi precedenti hanno mostrato che inalare ossitocina sintetica rende più altruisti del normale".

Un altro studio condotto su cavie di laboratorio, invece, ha dimostrato che questo ormone è strettamente legato anche all’aggressività, ecco perché “Abbiamo deciso di verificare se l’ossitocina poteva influenzare sentimenti negativi”, ha spiegato la professoressa Tsoory. "Abbiamo sottoposto 56 volontari a un esperimento: dovevano scegliere una di tre porte chiuse, con la possibilità di vincere una somma di denaro. Ogni persona giocava contro un avversario che si trovava in un'altra stanza (in realtà un computer), e spesso capitava che il partecipante vincesse meno soldi rispetto all'altro. E' stato riscontrato che una situazione del genere scatenava sentimenti d'invidia".

Prima e durante l'esperimento, ad alcuni volontari era stata somministrata ossitocina, mentre ad altri un blando placebo. I risultati hanno evidenziato che, finché durava il gioco, i primi manifestavano maggiori sentimenti negativi nei confronti dell’avversario.

"L'ossitocina sembra quindi stimolare comportamenti sociali di vario tipo: se l'associazione è positiva, l'ormone rinforza i comportamenti sociali; se invece è negativa, l'ormone stimola i sentimenti negativi". In conclusione l'ossitocina potrebbe causare effetti indesiderati, tuttavia la ricercatrice ha tenuto a sottolineare che per una migliore comprensione del suo funzionamento sono necessari ulteriori approfondimenti.

  • shares
  • Mail