Cancro al seno: più protette se si svolge attività fisica intensa

body building Le donne che svolgono attività fisica con costanza sono più protette dal rischio del cancro al seno. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista BMC Cancer e condotto su 118.899 donne tra i 50 e i 71 anni.

I ricercatori hanno chiesto a questo gruppo di donne, seguite fin dal 1995, di dettagliare le abitudini sul movimento svolto in quattro periodi della loro vita: tra i 15 e i 18 anni, tra i 19 e i 29 anni, tra i 35 e i 39 anni e negli ultimi 10 anni. Nei sei anni e mezzo successivi a queste interviste, ci sono state 4.287 nuove diagnosi di tumore al seno.

Sovrapponendo i dati è emerso che le donne che nei 10 anni precedenti l'arruolamento avevano mantenuto un livello elevato di attività fisica, presentano il 16% in meno di rischio di sviluppare la neoplasia rispetto alle sedentarie. Un dato importante che potrebbe rappresentare un punto di partenza per stabilire programmi di prevenzione alla portata di tutte le donne.

Resta da capire che cosa debba intendersi per attività fisica di livello elevato. Secondo i ricercatori, per ottenere risultati apprezzabili sul fronte della protezione dal cancro al seno, ogni donna dovrebbe esercitarsi per oltre sette ore a settimana svolgendo esercizi che prevedono uno sforzo da moderato a sostenuto.

Stando ai risultati di questo studio, una possibile spiegazione dell'effetto protettivo svolto dall'esercizio fisico può essere la capacità di ridurre i livelli di ormoni sessuali endogeni, di modulare l'insulina e i fattori di crescita insulino-simili, di aumentare l'immunità e di ridurre lo stato infiammatorio.

Via | BMC Cancer
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail