Coronavirus: 5 consigli per lavorare da casa senza perdere la testa

Coronavirus: 5 consigli per lavorare da casa senza perdere la testa

Le strategie per affrontare lo smart working ai tempi del Coronavirus per rimanere sereni e positivi

Aggiornamenti in tempo reale sull’epidemia di Coronavirus in Italia.

Mentre il Coronavirus continua ad espandersi, sono molte le aziende che, fin dall’inizio dello scoppio dell’epidemia, in Italia, hanno permesso ai propri lavoratori di svolgere le proprie mansioni da casa grazie allo smart working.

Nonostante molti di noi – in tempi non sospetti – abbiano sempre giudicato tale possibilità “una manna dal cielo”, lavorare da casa nell’ambito di una reclusione forzata per via della salvaguardia della salute nostra e degli altri, alla lunga potrebbe farci perdere la testa.

Perché sì, se lavorare dalla scrivania della propria abitazione comporta numerosi vantaggi, trascorrere così tanto tempo da soli può produrre ripercussioni negative sul nostro umore.

Ecco alcune strategie “leggere” per affrontare lo smart working nella maniera più serena possibile.

Smart working ai tempi del Coronavirus: 5 consigli

  1. Vestiti! Se l’idea di lavorare da casa in pigiama, magari dentro il letto, può sembrare allettante, indossare i vestiti che si metterebbero per andare a lavoro predispone il nostro cervello a percepire quanto stiamo per fare come un impegno serio. Prima ancora, però, è necessario mettere in atto la propria beuty routine giornaliera (doccia, denti, trucco, etc).
  2. Predisponi la tua postazione. Ritagliarsi il proprio spazio in casa da dedicare al lavoro, sia esso una scrivania o il tavolo di cucina, è importante. Insomma, il letto o il divano non sono esattamente luoghi che il nostro cervello collega al lavoro. Non solo: cerca di posizionarti in una zona della casa luminosa e tranquilla quanto più possibile per favorire la concentrazione.
  3. Prendi aria (o, comunque, fai una pausa). Se hai un terrazzino o anche un balcone (in questi giorni di reclusione forzata tutto può risultare utile), trascorrici del tempo, anche solo 10 minuti per staccare o prendere una boccata d’aria. Arriveranno tempi migliori, quando si tornerà al parco o in caffetteria. In ogni caso, stacca almeno un’ora durante il tuo orario lavorativo.
  4. Spegni la TV. Lavorare con il sottofondo della tv accesa può rendere difficile il tuo operato. Meglio, allora, la radio o una playlist di canzoni rilassanti.
  5. Stacca. Alla fine del lavoro scollega qualsiasi strumento, app, chat, sito e quant’altro ti leghi ad ufficio e colleghi. Ad un certo punto della giornata arriva il momento di dedicarsi a qualsiasi altra attività (lettura, workout, cucina, fai tu).

Via | Wired

Photo | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog