La dieta fruttariana di Steve Jobs, ecco i pareri favorevoli e contrari

dieta fruttariana

In cosa consiste la dieta fruttariana? E' diventata famosa in tutto il mondo perché era il regime alimentare seguito da Steve Jobs, fondatore della Apple scomparso per un tumore. Recentemente ha fatto molto parlare di sè perché Ashton Kutcher, che segue la dieta fruttariana per motivi di copione, è stato ricoverato in ospedale.

Steve Jobs ha seguito la dieta fruttariana fin da giovane: è una dieta a base di frutta, un alimento naturale che cominciò a seguire dopo aver intrapreso un percorso zen e dopo aver letto il libtro di Arnold Ehret intitolato “Il sistema di guarigione della dieta senza muco”. Ma in che cosa consiste la dieta fruttariana di Steve Jobs?

Steve Jobs eliminò dalla sua alimentazione quotidiana qualsiasi tipo di cereale, pane, riso e latte: addirittura arrivò a mangiare solo mele (da qui l'idea di fondare la Apple? :D) alternando dei giorni di digiuno. La versione classica della dieta fruttariana prevede però di mangiare un solo tipo di frutta per 3 o 4 volte nella tiornata, evitando il resto.

Oltre alla frutta si possono mangiare anche ortaggi come la zucca, i pomodori, le zucchine, i cetrioli e i peperoni. E' un modo che, secondo i seguaci di questo regime alimentare, permette di depurare l'organismo ed evitare l'insorgenza di particolari malattie causate proprio dall'alimentazione a base di carne, alimento escluso anche a altre diete come la vegetariana e la vegana.

I contrari a questo tipo di alimentazione lamentano una grande carenza di calcio, ferro, proteine, zinco, vitamina D e vitamina B12, indispensabili per il corretto sviluppo dell'organismo. Elementi che di soliti i fruttariani assumono tramite integratori chimici.

Via | Mela morsicata

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail