Quando ricorrere al logopedista e quali disturbi cura

logopedista

Il logopedista è quella figura professionale del mondo medico che si occupa di curare, riabilitare, educare e rieducare le patologie della voce, ma legate anche al linguaggio scritto e orale. Il logopedista si occupa di risolvere quei piccoli problemi di comunicazione dell'età evolutiva, adulta e geriatrica, oltre che di curare quei disturbi che possono insorgere a carico del linguaggio.

La logopedia cura tutti quei disturbi cognitivi non solo legati al linguaggio, ma anche alla comunicazione più in generale, occupandosi anche di disturbi che si possono collegare alla memoria, all'apprendimento, che riguardano, quindi, le funzioni corticali superiori. Quando bisogna rivolgersi a questo professionista?

I logopedisti intervengono in tutti quei disturbi legati a disabilità comunicative e cognitive, attraverso terapie di abilitazione e riabilitazione, con esercizi pratici che possono essere eseguiti presso lo studio del medico, ma anche a casa.

Il logopedista cura disturbi legati alla voce e al linguaggio, alla comunicazione in generale: interviene in caso di disfonia, disfagia, disartria, deglutizione deviata, labiopalatoschisi, disodie, difficoltà di linguaggio legati alla sordità, balbuzie, ma anche per curare disturbi neuropsicologici che possono influire sul linguaggio (afasie, aprassia, agnosia, ritardi di sviluppo del linguaggio, disturbi fonologici, disturbi dell'apprendimento, dislessia, ritardi mentali, disturbi dell'attenzione, disturbo specifico del linguaggio).

E ancora, intervengono per limitare i danni al linguaggio e alla comunicazione dovuti ad autismo, traumi cranici, demenza ed eventi patologici cerebrali e a tutti quegli altri eventi che possano in qualche modo aver danneggiato, a livello fisico o mentale, la capacità di dialogare e comunicare.

I medici logopedisti possono sia operare a livello pubblico, con ambulatori specifici presenti nei principali ospedali e poliambulatori del nostro paese, oltre che a livello privato, in studi personali.

Via | Wikipedia

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail