Alimentazione: ecco i miti da sfatare (1)

birra Quante volte mangiamo o beviamo qualcosa che dovremmo evitare e per giustificarci magari tiriamo in ballo qualche vecchio e saggio detto popolare tipo "il vino fa buon sangue"? In alcuni casi, come quello del vino, si tratta di verità sacrosante e tutt'ora valide, ma spesso si tratta di falsi miti. Vediamo con la nutrizionista Catherine Collins dell'Ospedale Saint George di Londra quali sono quelli più comuni da sfatare:


  • Mangiare di sera troppo tardi fa ingrassare: è opinione comune credere che mangiare tardi poco prima di andare a letto ci faccia aumentare di peso. Ma i ricercatori hanno dimostrato che non è vero, a meno che non si esageri con le calorie assunte. Quello che conta, dunque, è la quantità di cibo e di calorie ingerite e non il quando. Quest'affermazione può essere vera solo nel caso in cui, dovendo mangiare tardi, si avverte un languorino a mezza sera e si fa uno spuntino. In questo caso, l'ammontare di calorie è maggiore e certamente si ingrassa.

  • Non bisognerebbe fare attività fisica subito dopo mangiato: dopo un pasto, circa il 10-15% del nostro abituale flusso sanguigno è diretto allo stomaco per aiutare la digestione. Quando facciamo esercizio fisico, i muscoli richiedono più sangue per fornire ossigeno e nutrienti. Se proprio dobbiamo, è bene fare solo attività fisiche leggere che non richiedano troppo ossigeno per evitare che i muscoli, in difficoltà, abbiano dei crampi.

  • La birra è una buona fonte di ferro ed è raccomandata in gravidanza: in Gran Bretagna è molto diffusa l'idea che bere la birra Guinness fornisca un buon apporto di ferro e per questo molte donne incinte ne fanno una buona scorta. Ma il fatto è che bisognerebbe bere almeno un litro e mezzo di birra per poter assorbire la stessa quantità di ferro che possiamo trovare anche in un solo tuorlo d'uovo.

Via | Daily Mail
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail