Cos’è una fistola dentale e come si cura

Cos’è una fistola dentale e come si cura

Come si cura una fistola dentale? Ecco cosa c'è da sapere in merito a questo disturbo che può anche essere molto fastidioso e per il quale è bene rivolgersi al proprio medico curante o al proprio dentista.

Come si cura la fistola dentale? Questo disturbo a livello dei denti è abbastanza comune e altro non è che una lesione che si forma nella nostra bocca, a livello dentale o gengivale, in seguito ad un’infezione. E’ una piccola lesione o una vescicola di colore rosso, che si presenta leggermente sollevata. La fistola dentale o gengivale può essere provocata da un ascesso ai denti, che deve sempre essere trattato con molta cautela.

Nel caso notiate una lesione a livello gengivale o dentale recatevi subito dal vostro dentista, l’unico che può diagnosticarvi la presenza o meno di una fistola dentale. Se in seguito ad un ascesso con pus notate delle vescicole sulle gengive, provate dolore o se c’è sanguinamento potrebbe trattarsi proprio di questo disturbo, che tra i suoi sintomi annovera sensibilità dentale e gengivale, dolore, sanguinamento, cattivo sapore in bocca, gonfiore.

Ma come si cura la fistola dentale? Dopo averla diagnosticata, sicuramente il vostro dentista vi proporrà una terapia canalare: la cura della fistola dentale e gengivale deve essere concordata con cura con il proprio medico dentista, che vi consiglierà sicuramente di prevenire in futuro disturbi analoghi prestando molta attenzione all’igiene orale e all’alimentazione, senza dimenticare che sarebbe bene programmare visite periodiche dal dentista.

Foto | da Flickr di racchio

Via | dentinnovation

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog