Il latte di soia: proprietà, benefici ed effetti collaterali

Il latte di soia: proprietà, benefici ed effetti collaterali

Quali sono i benefici del latte di soia, e quali invece le controindicazioni?

Il latte di soia è una bevanda sempre più utilizzata, specialmente da chi segue una dieta vegetariana o vegana, ma anche da chi è intollerante alle proteine del latte vaccino, al lattosio e così via. In linea generale, possiamo dire innanzitutto che questo tipo di latte è indubbiamente meno calorico rispetto al latte di mucca. Si stima infatti che contenga la metà dei grassi di questo tipo di latte, e 1/3 dei suoi carboidrati. Detto questo, dal momento che la quantità di calcio contenuta nel latte vegetale è piuttosto bassa, in commercio sono disponibili delle varianti arricchite di calcio, vitamine A, E, B, fibre, ferro e così via.

Detto questo, il latte di soia può essere tranquillamente preparato a casa, ma se lo acquistate al supermercato, vi consiglio di scegliere sempre prodotti biologici, senza dubbio più salutari. Come potrete intuire, il latte di soia è una bevanda interamente vegetale, una bevanda che apporta una buona quantità di proteine, completamente priva di colesterolo (ma anzi, capace di tenere a bada il riduce il colesterolo-LDL) e ricca di Lecitina. Questo tipo di latte ridurrebbe inoltre i disturbi di gastrite e reflusso, riduce il rischio di cancro al colon-retto, combatte la ritenzione idrica, aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue e riequilibra la flora intestinale.

Latte di soia

Dopo aver elencato gli effetti benefici del latte di soia, è doveroso fare qualche piccola precisazione. Come sempre, anche in questo caso la cosa più importante è non esagerare con l’assunzione del prodotto. Secondo gli esperti infatti, in determinati casi questa bevanda potrebbe favorire la comparsa di calcoli renali. Inoltre, in caso di candida questo alimento è senza dubbio sconsigliato, poiché aumenterebbe l’acidità del corpo. Chi assume farmaci per la tiroide dovrebbe evitare di bere il latte di soia, e lo stesso vale per chi ha carenze di iodio.

Fra gli effetti collaterali attribuiti al latte di soia troviamo inoltre un ridotto assorbimento di zinco, magnesio, calcio e ferro; la presenza di ormoni fitoestrogeni lo rende un alimento sconsigliato alle donne incinte o che si trovano in fase di allattamento al seno, ed anche per le pazienti affette da tumore al seno o che seguono una terapia post-tumorale. Il prodotto è inoltre sconsigliato per bambini e neonati.

via | Benessere.360
Foto | da Pinterest di Debby Widjanarko

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog