Inno dei medici contro il Coronavirus

Inno dei medici contro il Coronavirus

Un toccante ed emozionante inno dei medici contro il Coronavirus, sulle note della celebre canzone “Il mio canto libero“ di Lucio Battisti.

Il Coronavirus è diventata la nostra realtà quotidiana, dobbiamo stare tutti chiusi in casa e certi giorni è davvero difficile resistere alla pressione, alla paura e al bollettino della Protezione Civile. Per alleviare la tensione e ricordarci perché è così importante restare a casa, un nutrito gruppo di medici ha creato un bellissimo inno contro il Coronavirus, un brano cantato da “medici canterini” ognuno a casa propria e poi assemblato per armonizzare il tutto. Il risultato finale è veramente molto bello e ci regala tanti sorrisi e un po’ di fiducia.

Questo video è stato condiviso dal Ministero della Salute e dalla Fism – Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche – che lo ha ideato e realizzato. Ogni medico santa o suona uno strumento musicale dalla propria casa reinterpretando le parole e le musiche de “Il mio canto libero“, classico della canzone italiana scritto con Lucio Battisti. Ad occuparsi della parte canora è stato Giulio Rapetti Mogol che è riuscito a confezionare un brano veramente bellissimo.

Il fine ultimo di questo progetto è sensibilizzare tutti i cittadini a restare a casa, a fare questo sacrificio per evitare che il numero dei contagi continui ad aumentare. È la prima volta che siamo di fronte a una pandemia ed è una lotta contro il tempo, la situazione in Lombardia è gravissima e dobbiamo evitare che accada nel resto d’Italia. Se non facciamo rallentare i contagi gli ospedali arriveranno al collasso uno dopo l’altro, è tutto sarà ancora più difficile.

Ecco qualche passo della canzone: [quote layout=”big” cite=”Inno contro il Coronavirus]“Noi ti aiuteremo. Lo sai. Tutto passerà. E sorriderai. Noi ce la faremo sì, tu lo vedrai. Ma adesso resta a casa, esci solo per la spesa, domani un nuovo giorno sarà. E vola la speranza della gente, cosciente di dover essere molto più prudente…”.[/quote]

Stiamo a casa e cerchiamo di proteggerci a vicenda.

Via | salute.gov

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog