Folidex: effetti collaterali e prezzo delle compresse


Folidex è un farmaco a base di vitamina B12 e acido folico, studiato per prevenire i difetti del tubo neurale del nascituro in donne fertili che stanno pianificando la gravidanza. La prescrizione prevende l’assunzione di 1 compressa al giorno da 1 mese prima del concepimento fino alla fine del primo trimestre di gestazione. In alcuni casi la posologia può essere raddoppiata. Quando? Per esempio se l’apporto di folati non è sufficiente.

Il trattamento con Folidex può non essere adatto a tutte le donne, magari perché hanno bisogno di una somministrazione di acido folico superiore alla media. Chi sono queste signore? Solo coloro che hanno già avuto una gravidanza con difetti di sviluppo del tubo neurale, ma anche coloro che stanno assumendo farmaci antiepilettici.

Devono fare attenzione le signore con una storia di malformazioni alle spalle o che stanno assumendo dei prodotti antagonisti all’acido folico o affetta da anemia megaloblastica da carenza di acido folico. Questa vitamina, infatti, non deve essere somministrata a persone con anemia perniciosa, perché riduce le manifestazioni ematologiche della malattia, ma non è in grado di contrastare la progressione delle sue complicanze neurologiche.

Questo farmaco, inoltre, contiene lattosio, di conseguenza è sconsigliato a chi soffre di allergia o intolleranza. Quali possono essere gli effetti collaterali? Per esempio eritema, prurito e orticaria. Se assunto in dosi eccessive può dare disturbi gastrointestinali (nausea, disturbi addominali, flatulenza), irritabilità e insonnia. Quanto costa? Il prezzo è variabile, supera i 4 euro la confezione da 28 compresse.

Via | Flickr

  • shares
  • Mail