Cos'è la terapia sclerosante, quali sono i costi e per quali malattie è indicata

terapia sclerosante

La terapia sclerosante è un metodo che viene utilizzato in casi di vasi di medio calibro, ovvero sopra i 3 millimetri, che si vedono in rilievo sui nostri arti. Viene iniettata tramite ago una sostanza, come ad esempio il polidocanolo, che danneggiando l'endotelio causa una reazione infiammatoria e una conseguente fibrosi della parete vanosa.

Attraverso la terapia sclerosante e il sistema con cui funziona, il sangue viene deviato in quelle vene che sono ancora sane e la circolazione ne trae beneficio. La terapia sclerosante è utile a livello estetico, perché elimina un intestetismo che si vede ad occhio nudo, ma aiuta anche il nostro organismo permettendo una circolazione del sangue più fluida e ottimale.

Solitamente la terapia sclerosante non viene eseguita su pazienti che soffrono di diabete, di problemi di allergia, di coagulopatie, di asma grave. Ovviamente essendo un trattamento medico, non è esente da complicanze, come ad esempio l'iperpigmentazione, causata da un accumulo di emosiderina, che nella maggior parte dei casi si risolve da sola.

La terapia sclerosante è solitamente usata in caso di malattie venose, di problemi alle varici e alle vene non gravi. Viene accompagnata da una visita preliminare con ecodoppler venoso dall'angiologo e poi dal chirurgo vascolare, che valuterà come procedere. In seguito potrebbe consigliarvi di applicare delle calze contenitive, per i primi tempi.

I costi della terapia sclerosante variano a secondo dell'ambulatorio e dello studio medico al quale vi rivolgete, ma di solito non sono mai più bassi di un centinaio di euro (e possono raggiungere anche i 400 euro, a seconda della zona da trattare).

Via | Lasercapillari

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail