Cos'è l'ibuprofene e quando va usato

ibuprofene

L'ibuprofene è un farmaco antinfiammatorio appartenente alla famiglia dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei). Riducendo i livello delle molecole associate all'infiammazione, questo farmaco influenza sia i processi di infiammatori in quanto tali, sia la sensazione di dolore. Inoltre agisce anche sulla temperatura corporea.

Per questo motivo la sua assunzione è consigliata in caso di febbre e di tutta una serie di fenomeni dolorosi come il mal di testa, quello ai denti o alla schiena, l'artrite, i dolori mestruali e piccoli traumi. Anche se può essere acquistato anche senza ricetta medica (è il principio attivo, ad esempio, del Moment Rosa), questo farmaco ha delle controindicazioni e deve essere assunto con cautela a causa dei possibili effetti collaterali.

Utilizzato per lunghi periodi, l'ibuprofene può causare problemi cardiocircolatori. Altri effetti collaterali di un'assunzione di dosi troppo elevate riguardano lo stomaco e l'intestino, dove può causare perforazioni o sanguinamenti.

Per questo è bene non superare le dosi consigliate e rivolgersi a un medico nel caso in cui compaiono sintomi di emorragie gastrointestinali, come la produzione di feci scure o contenenti sangue, sangue nella saliva dopo aver tossito e rigurgito dall'aspetto granuloso.

Contattare un medico è indispensabile anche se se dopo aver assunto ibuprofene si avvertono dolori al petto o debolezza, se il respiro si fa corto, se si parla in modo confuso o se compaiono problemi alla vista o di equilibrio.

Infine, l'ibuprofene non deve essere assunto né se si è allergici a questo farmaco, né se si è allergici ad altri FANS (come il ketoprofene e il naprossene) o all'aspirina. In caso di gravidanza è bene chiedere un parere al proprio medico.

Via | Drug.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail