Nuove droghe: i catinoni sintetici, gli effetti e i rischi per la salute

Nuove droghe: i catinoni sintetici, gli effetti e i rischi per la salute

Si sta diffondendo l'uso dei catinoni sintetici, nuove sostanze stupefacenti. Nel post gli effetti e le conseguenze sulla salute.

Durante le festività natalizie, soprattutto in occasione del Capodanno, aumenta il consumo di sostanze stupefacenti

Quest’anno tra le droghe che verranno sequestrate dalle forze dell’ordine, sulle strade o nei locali, ci saranno anche i catinoni sintetici, noti come crystal meth, burn, khat, miraa, sostanze ottenute in laboratorio, la cui diffusione è in continuo aumento.

Le analisi condotte presso il Laboratorio chimico dell’Agenzia delle Dogane di Milano hanno individuato i seguenti catinoni sintetici: Pentedrone HCl, Metilone HCl, Mefedrone HCl e 4-MEC HCl.

Le analisi sono state condotte da reperti, sequestrati nella città di Milano, costituiti da due bottiglie a chiusura ermetica e da cinque bustine di plastica trasparente sigillate. Il liquido trasparente, incolore e inodore, rinvenuto nelle bottiglie, è risultato essere g-butirrolattone (GBL) con purezza superiore al 99,0%; mentre la presenza dei catinoni sintetici è stata rivelata sui cinque campioni di polvere mediante opportune analisi chimiche strumentali supportate da una ricerca nella letteratura scientifica. 

La Direzione Centrale per l’Analisi Merceologica e per lo Sviluppo dei Laboratori Chimici ha segnalato il risultato ottenuto al Sistema Nazionale di Allerta Precoce e Risposta Rapida per le Droghe, il National Early Warning System (N.E.W.S.), per la diffusione di livelli di attenzione e allerta sul territorio nazionale.

La notizia – come ci segnala Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” è stata pubblicata sulla Informativa del 09/12/2011, realizzata a cura del Dipartimento Politiche Antidroga presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; in essa viene citata anche la precedente segnalazione di un prodotto, analizzato presso il Laboratorio chimico di Roma, etichettato come “sale da bagno” e contenente invece pentedrone, pirovalerone e dipipanone.

I catinoni si presentano come una polvere bianca e fine, di colore biancastro o giallastro che viene siniffata come la cocaina di cui ricorda vagamente il sapore.

Ma qual è il loro effetto? I catinoni – informa il sito DrogaNoGrazie – producono effetti stimolanti simili a quelli prodotti dalle amfetamine, da ecstasy e cocaina, dando sensazioni di aumento dei livelli di energia, euforia, desiderio di socializzare, agitazione, sensazione di distacco, vista sfocata, midriasi, bruxismo, aumento della frequenza cardiaca e degli impulsi sessuali.

La loro assunzione può provocare ansia, paranoia, agitazione, stati psicotici, ipertermia, tachiacardia o aritmie, convulsioni e a lungo andare persino impotenza.

I catinoni, andando a mitigarne l’effetto, vengono spesso associati all’alcol, ma il mix può risultare molto pericoloso.

LINK UTILI:

Cocaina contaminata: pericolo di morte, ecco perché

Lady Gaga si confessa: con la cocaina ho chiuso da tempo

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog