I dolori al petto, come distinguere i sintomi di infarto e raffreddamento

Non sempre il dolore al petto è sintomo di infarto, può essere anche causato dal raffreddamento. Il dolore toracico è un fastidio che colpisce tra il collo e l'addome superiore: molte le cause che sono alla base di questo disturbo, molte delle quali non sono pericolose anche se, effettivamente, è tra i sintomi più famosi ed eclatanti di infarto.

La causa del dolore al petto può essere ricondotta a tutti gli organi che trovano spazio nella zona toracica: dal cuore ai polmoni, dall'esofago ai muscoli, passando per le costole, i tendini e i nervi. Vediamo, allora, quali possono essere le prime cause del dolore al petto, quali patologie lievi o gravi può indicare.

dolori al petto

Il dolore toracico può essere sintomo di infarto o di angina: in questo caso il dolore si presenta come una stretta nella parte alta dell'addome o come una pressione molto forte, di tipo compressivo o schiacciante. Il dolore parte dal petto e si diffonde verso il braccio, la spalla, la schiena e anche la mascella.

Se il dolore al petto è improvviso e molto intenso e si irradia nella zona del torace e nella parte alta della schiena, si potrebbe trattare di dissecazione aortica. Se il dolore è molto forte ed è al centro del torace, la persona potrebbe soffrire di pericardite. Anche alcune problematiche polmonari annoverano tra i loro sintomi i dolori al petto, che spesso si aggravano durante la respirazione o con i colpi di tosse.

I dolori al petto possono essere sintomo di attacchi di panico, di costocondrite, di fuoco di Sant'Antonio (dolore accompagnato da bruciore), strappi e infiammazioni muscolari, problemi dell'apparato digerente, come bruciori di stomaco.

Inoltre, il dolore al petto potrebbe essere causato anche da un colpo di freddo.

Foto | Flickr

Via | Farmaco e cura

  • shares
  • Mail