Transaminasi alte, le cause e l'alimentazione corretta da seguire

Transaminasi alte

Le transaminasi sono delle molecole proteiche, che sono fondamentali per il corretto funzionamento del fegato: tramite le analisi delle transaminasi possiamo scoprire se questo importante organo interno funziona alla perfezione. Si trovano, oltre che nel fegato, anche nei muscoli del corpo: livelli alti di transaminasi possono indicare non solo un danno a livello del fegato, ma anche altre patologie come ad esempio tiroidismo, diabete, malattie cardiache o altro ancora.

I livelli di transaminasi possono aumentare per diversi motivi: ci potrebbe essere un'infiammazione del fegato in corso, oppure il paziente potrebbe essere in sovrappeso o soffrire di diabete, cirrosi epatica, malattie infettive come la mononucleosi o l'epatite. Inoltre le transaminasi alte si possono riscontrare durante una terapia con farmaci ansiolitici, per accumuli di grasso nel fegato o sovraccarico del metabolismo epatico.

Le transaminasi alte si possono controllare con una corretta alimentazione. La dieta quotidiana è molto importante per cercare di ridurre non solo le transaminasi, ma anche per depurare il fegato. Se i valori superano quelli nella norma (nell’uomo sono di 10-43 unità internazionali per litro di sangue e nella donna di 5-36 unità internazionali per litro di sangue), meglio adottare un'alimentazione più adeguata.

Gli alimenti da mangiare quando si hanno le transaminasi alte sono:


  • acqua

  • pesce

  • carne

  • prosciutto crudo ben sgrassato

  • pasta

  • riso

  • pane

  • latte scremato

  • yogurt magro

  • frutta fresca

  • verdura fresca ad eccezione di peperoni, cavolfiore, fave, piselli, funghi

  • bibite non gassate

Gli alimenti da evitare sono:


  • alcolici

  • bibite gassate

  • frittura

  • panna

  • maionese

  • salse

  • insaccati

  • dolci

  • peperoni

  • melanzane

  • funghi

  • cavolfiore

  • piselli

  • fave

  • frutta secca

In caso di transaminasi alte, inoltre, è consigliabile fare un po' di attività fisica ed evitare di accumulare stress.

Via | Inerboristeria

  • shares
  • Mail