Curarsi con l'erisimo: le proprietà e come si usa

Sisymbrium officinale

Torniamo a parlare dei rimedi naturali per il nostro benessere, e parliamo dell’erisimo, una pianta molto famosa ormai da molti secoli, una pianta che deve la fama alle sue importanti proprietà benefiche. Il nome di questa particolare pianta, nota anche come la pianta degli oratori, degli attori di teatro e dei cantanti, deriva dal greco Eruo “io salvo” e Oimos “il canto”. Si tratta in effetti di una pianta davvero utilissima per coloro che svolgono ad esempio la professione di cantante o di attore.

A conferma di ciò, si narra ad esempio che nel 1951 il famoso tenore Tito Schipa fosse completamente afono proprio a poche ore dall’andata in scena, e che grazie a un decotto di erismo fu in grado di esibirsi magistralmente.

L’uso dell’erisimo è indicato sia in tisana che in gocce e compresse, per un effetto efficace e veloce. C'è inoltre chi lo utilizza unito all’acqua del bagno per ottenere un ottimo decongestionante per la pelle, o anche chi ne utilizza le foglie più tenere per insaporire l’insalata.

Detto questo, quali saranno quindi le proprietà benefiche di questa pianta? L’utilizzo dell’erisimo è consigliato in caso di raucedine, di infiammazioni della gola, nei casi di afonia e disfonia conseguente a laringite, faringite e tracheite. Inoltre sembra che questa particolare pianta sia indicata anche per lenire la gola infiammata dei fumatori.

Secondo alcuni esperti, pare che le funzioni benefiche di questa particolare pianta siano da attribuire alla presenza di mucillagini e a composti solforati, che le conferiscono delle proprietà fluidificanti ed espettoranti delle secrezioni bronchiali.

Foto | Flickr
via | Cure-naturali.it

  • shares
  • Mail