Ecco come si cura la congiuntivite allergica o batterica

Congiuntivite

Come curare la congiuntivite allergica e quella batterica? La congiuntivite è sostanzialmente uno stato infiammatorio che interessa la congiuntiva, ovvero la membrana che ricopre il bulbo oculare e la parte interna delle palpebre. Detto ciò, la congiuntivite può essere causata da un batterio, da un virus oppure da una reazione allergica. Nel caso della congiuntivite batterica, essa è contagiosa ed il problema viene generalmente risolto nell'arco di qualche giorno dopo un adeguato trattamento.

La congiuntivite batterica si presenta accompagnata da abbondanti secrezioni giallastre o verdognole e da un forte prurito accompagnato da un gonfiore ed arrossamento della palpebra. Essa colpisce normalmente le persone che portano troppo spesso le lenti a contatto e i bambini.

Nel caso di congiuntivite batterica, esattamente come avviene nel caso di quella allergica, capita spesso di avvertire la fastidiosa sensazione di avere un corpo estraneo dentro l’occhio. Essa va curata attraverso l’uso di antibiotici sotto forma di collirio o di pomata, e la cura ha una durata di circa una settimana.

E passiamo adesso alla congiuntivite allergica, normalmente scatenata da un allergene. Questo tipo di congiuntivite non presenta secrezioni purulente ma è accompagnata dal forte prurito, dal rossore, dal gonfiore agli occhi e – come dicevamo prima – dalla sensazione di avere un corpo estraneo negli occhi. Il problema può essere minimizzato evitando i luoghi in cui sono presenti i fattori che scatenano l’allergia, ed essa viene generalmente curata attraverso l’uso di colliri antistaminici naturalmente indicati dal vostro medico.

Foto | Flickr
via | Saninforma.it, Fioriblu.it,

  • shares
  • Mail