Sicurezza dell'udito: quanti decibel per i fuochi d'artificio

fireworksCon l’estate si moltiplicano le occasioni di festeggiamenti all’aria aperta e con esse anche la possibilità di assistere a magnifici spettacoli pirotecnici, che sia per salutare la bella stagione o per festeggiare il patrono del paese o nozze particolarmente sontuose, stare a naso in su per osservare i fiori di fuoco a chi non piace? Alle nostre orecchie, per esempio, che sopportano un carico di decibel di molto superiore a quello consigliato per la sicurezza dell’udito.

Le orecchie, si sa, sono un organo delicato e da un eventuale danno alle strutture interne non si può, purtroppo, tornare indietro. Considerando che 85 decibel è il livello limite consigliato cui esporsi per evitare il pericolo di lesioni, ecco qualche paragone per capire a quali disagi esponiamo le nostre orecchie, tenendo presente che contano anche il tempo di esposizione e la vicinanza alla fonte del rumore.

Il frusciare delle foglie al vento: 10 dB
Sussurri: 20 dB
Ronzio del frigorifero: 40 dB
Conversazione: 60 dB

Una via molto trafficata: 70 dB
Aspirapolvere: 80 dB
Falciatrice per il prato: 90 dB
Orchestra: 98 dB

Fuochi d’artificio a circa 250 metri: da 88 a 126 dB
Fuochi d’artificio a circa 3 metri: 155 dB
Concerto rock in prima fila: 110 dB
Decollo di un aereo militare: 140 dB
Motociclette, petardi e sparo da arma da fuoco: da 120 a 150 dB

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail