La carne alla griglia bruciata fa male al cuore

Carne alla griglia

Ebbene si, pare proprio che la nostra cara carne alla griglia, se non è cotta nel modo adeguato, potrebbe fare male alla salute! A stabilirlo sarebbe stato uno studio condotto dalla nutrizionista Karen Chapman-Novakofski, dell’università dell'Illinois. La studiosa avrebbe da poco scoperto che quella gustosa crosticina che si forma sulla carne quando viene cucinata alla griglia, potrebbe provocare non pochi problemi alla salute. La colpa sarebbe fondamentalmente da addurre agli “AGE”, ovvero gli “Advanced Glication End products”, ossia i prodotti avanzati della glicazione. All'aumentare dell'introito di AGE dunque, pare cresca la probabilità di eventi cardiovascolari.

Questo è quanto emerso dal recente studio (condotto su 65 persone), secondo cui gli AGE sarebbero responsabili di rischi cardiovascolari, in maniera ancor più consistente nelle persone che soffrono di diabete.

“Mangiare meno grassi saturi e più frutta, verdura e fibre in generale è sicuramente fondamentale per i diabetici, - ha infatti spiegato la Chapman-Novakofski - ma questi dati indicano che conta molto anche il modo in cui prepariamo i cibi. Per anni i nutrizionisti hanno raccomandato ai diabetici di cuocere gli alimenti al forno o alla griglia, senza friggerli; i nostri dati indicano che questo è vero, ma che con la griglia bisogna fare attenzione perché gli AGE si formano proprio durante la cottura "asciutta" ad alte temperature. E gli AGE, è noto, si associano a un incremento della formazione di placche aterosclerotiche”.

Ma quali saranno i tipi di carne più “a rischio”? Tutte le carni, secondo quanto spiegato dalla nutrizionista, ed in particolar modo quelle macinate come gli hamburger. Quando questi tipi di carne vengono grigliati, si creano molti AGE, (l’effetto caramellato che la carne assume) e lo stesso vale per la crosticina che si forma sugli arrosti.

Foto | Flickr
via | Corriere

  • shares
  • Mail