Colpo di calore: sintomi e consigli per evitarlo

colpo di caloreCi piace goderci il sole in estate e rilassarci al mare ma una lunga giornata in spiaggia nasconde delle insidie che è bene prevedere per non rovinarsi le vacanze. Il colpo di calore è al primo posto: perché è facile rimanerne vittima senza quasi accorgersene se non quand’è tardi e perché insieme alle fastidiose meduse è una delle disavventure capaci di rovinare una bella giornata di relax.

Cosa succede quando soffriamo del colpo di calore? Siamo disidratati e il corpo non è in grado di rispondere all’eccessivo calore con il sudore con il quale di solito si ripristina la situazione termica dell’organismo. La temperatura quindi si alza e i sintomi vanno dal mal di testa alla nausea al senso di svenimento; la pelle è secca e arrossata perché non suda più; si può passare dallo stato confusionale alla perdita di coscienza. Insomma si tratta di un’emergenza. Come evitarla?

Sarebbe preferibile evitare una lunga esposizione al sole nelle ore più calde, evitando di fare attività troppo intense sotto il sole cocente. Bisogna bagnarsi spesso e bere moltissimo per mantenere la pelle idratata e aiutare il corpo a regolare la temperatura. La testa va protetta sempre con un cappellino o almeno bisogna bagnare i capelli con una certa frequenza. Per idratarsi si può consumare anche della frutta fresca o qualche gelato.

Se il colpo di calore vi ha ormai colpito, chiamate aiuto, sdraiatevi in un luogo fresco e ombreggiato sollevando le gambe, rinfrescate la pelle, soprattutto la testa, e reidratatevi bevendo lentamente acqua con un po’ di sale per far risalire la pressione.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail