L’arte del rifiuto elettronico

L’arte del rifiuto elettronico

Un originale connubio tra arte e geek che sorge dal riuso di componenti informatici scartati e di ogni ritrovato tecnologico non più utilizzabile. E’ quello di Franco Recchia, un ‘metropolitan artist’ veronese che, recuperando i componenti di vecchi computer, reinterpreta in miniatura stupefacenti paesaggi urbani.   Smontando e riassemblando circuiti integrati, processori, pezzi meccanici, l’artista […]

Un originale connubio tra arte e geek che sorge dal riuso di componenti informatici scartati e di ogni ritrovato tecnologico non più utilizzabile.

E’ quello di Franco Recchia, un ‘metropolitan artist’ veronese che, recuperando i componenti di vecchi computer, reinterpreta in miniatura stupefacenti paesaggi urbani.

 

Smontando e riassemblando circuiti integrati, processori, pezzi meccanici, l’artista ricrea in piccolo le architetture dei grandi centri nordamericani: Central Park e Fifth Avenue a New York, Manhattan, Boston, Pittsburgh.

Recchia è stato definito un maestro del riciclaggio creativo: l’abile capacità espressiva trasforma gli scarti nei profili delle metropoli contemporanee, fatte di più livelli e più dimensioni.

Le sue opere a impatto zero hanno conquistato New York dove sono attualmente esposte presso l’Agora Gallery.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog