Il comune è virtuoso? Allora sciogliamolo!

Il comune è virtuoso? Allora sciogliamolo!

Uno potrebbe pensare che le priorità, per un prefetto che opera in una provincia campana, siano problemi come, tra gli altri, le azioni criminose della camorra e le sue infiltrazioni negli enti pubblici. E invece pastoie burocratiche impongono al Prefetto di Caserta, Ezio Monaco, di sorvegliare la gestione dei rifiuti di uno dei comuni più virtuosi d’Italia, un’amministrazione dove la […]

Uno potrebbe pensare che le priorità, per un prefetto che opera in una provincia campana, siano problemi come, tra gli altri, le azioni criminose della camorra e le sue infiltrazioni negli enti pubblici.

E invece pastoie burocratiche impongono al Prefetto di Caserta, Ezio Monaco, di sorvegliare la gestione dei rifiuti di uno dei comuni più virtuosi d’Italia, un’amministrazione dove la raccolta differenziata è stata attuata con risultati eccellenti e costi molto contenuti: da ormai 4 anni il giovane e attivo Sindaco di Camigliano, Vincenzo Cenname, non aumenta la Tarsu e ha provveduto alla liquidazione di tutte le spettanze senza accumulare nessun debito.

Allora, ci s’immagina, l’oculato amministratore riceverà un’onorificenza. Niente affatto, il Prefetto ha diffidato il Sindaco a trasmettere nel giro di pochi giorni gli archivi comunali della Tarsu (tassa rifiuti solidi urbani) e della Tia (tassa igiene ambientale), alla società provinciale che gestisce la raccolta dei rifiuti. Se questo non avverrà, avvierà la procedura di scioglimento del Consiglio Comunale di Camigliano!

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog