Batteri vs batteri

Batteri vs batteri

I cosiddetti batteri amici presenti nell’intestino sono più precisamente definiti probiotici e una flora intestinale sana è detta anche eubiotica. Se i probiotici diminuiscono, iniziano a proliferare batteri patogeni (Escherichia coli, Klebsiella ecc.) e miceti come la Candida. Ma possono insorgere anche altri problemi tra cui: la migrazione di batteri patogeni dall’intestino in altre zone, […]

I cosiddetti batteri amici presenti nell’intestino sono più precisamente definiti probiotici e una flora intestinale sana è detta anche eubiotica.

Se i probiotici diminuiscono, iniziano a proliferare batteri patogeni (Escherichia coli, Klebsiella ecc.) e miceti come la Candida. Ma possono insorgere anche altri problemi tra cui:

  • la migrazione di batteri patogeni dall’intestino in altre zone, con il conseguente sviluppo dì infezioni vaginali, respiratorie e anche dentali;
  • la compromissione della permeabilità intestinale con problemi di allergie e malattie autoimmuni;
  • lo sviluppo di sostanze cancerogene, come ad esempio le nitrosammine, normalmente rese innocue dalla presenza in misura sufficiente di probiotici;
  • l’incapacità di produrre adeguate quantità di vitamine B e di assimilare il calcio.

Soprattutto a causa di scorretti regimi alimentari o per l’utilizzo prolungato di farmaci, si possono creare degli squilibri nella flora batterica, per combattere i quali è utile l’assunzione di alimenti probiotici.

Oggi ne vengono pubblicizzati molti ma dobbiamo scegliere quelli giusti. Vedremo quali sono i criteri per orientarsi nell’acquisto.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog