Una petizione per un maggiore controllo sulla prescrizione di psicofarmaci ai bambini

Una petizione per un maggiore controllo sulla prescrizione di psicofarmaci ai bambini

Come riporta in dettaglio Il Serpente di Galeno in questo post, nuovi allarmi giungono dall’America sui gravi rischi degli psicofarmaci somministrati ai minori e nuove avvertenze sono state disposte dall’FDA sui medicinali per il trattamento dell’ADHD, che vengono peraltro prodotti proprio negli USA. Il comitato di farmacovigilanza pedriatica Giù le Mani dai Bambini ha lanciato […]

Come riporta in dettaglio Il Serpente di Galeno in questo post, nuovi allarmi giungono dall’America sui gravi rischi degli psicofarmaci somministrati ai minori e nuove avvertenze sono state disposte dall’FDA sui medicinali per il trattamento dell’ADHD, che vengono peraltro prodotti proprio negli USA.

Il comitato di farmacovigilanza pedriatica Giù le Mani dai Bambini ha lanciato una petizione a sostegno di quei Parlamentari che si stanno impegnando per ottenere norme equilibrate e basate sulla prudenza nell’uso di molecole psicoattive sui minori.

Presso la Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati sta infatti concludendosi la discussione su alcuni Progetti di Legge recanti norme per la tutela e la salute dei bambini e degli adolescenti.

Nel testo si evidenzia che la comunità accademica non è concorde circa l’opportunità di somministrare molecole psicoattive ad organismi in via di sviluppo, specie con riguardo agli effetti avversi e iatrogeni di lungo periodo e che già alcune Regioni hanno intrapreso iniziative legislative per evitare abusi nella somministrazione di queste sostanze in età pediatrica e volte a garantire alle famiglie un’informazione adeguata sul tema.

Si chiede la collaborazione dei cittadini al fine di dare rapido impulso all’iter parlamentare di una legge che normi in via definitiva il fenomeno della somministrazione di psicofarmaci ai bambini, predisponendo efficaci norme anti-abuso, si attenga a criteri di prudenza e sicurezza, come l’obbligo del “black-box” (il riquadro nero con le più importanti avvertenze sugli effetti collaterali), e preveda il consenso informato da parte dei genitori.

Si può leggere il testo completo e firmare la petizione qui.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog