Distribuendo equamente le risorse potremmo vivere tutti più a lungo

Distribuendo equamente le risorse potremmo vivere tutti più a lungo

Nel mondo si muore prematuramente per troppo o per troppo poco cibo. La causa è una non equilibrata ripartizione delle risorse tra gli abitanti dei cosiddetti paesi ricchi e il resto dell’umanità. I numeri sono eloquenti: mentre nei paesi in via di sviluppo 170 milioni di bambini sono sottopeso per mancanza di cibo, nelle aree […]

Nel mondo si muore prematuramente per troppo o per troppo poco cibo. La causa è una non equilibrata ripartizione delle risorse tra gli abitanti dei cosiddetti paesi ricchi e il resto dell’umanità.

I numeri sono eloquenti: mentre nei paesi in via di sviluppo 170 milioni di bambini sono sottopeso per mancanza di cibo, nelle aree più sviluppate circa un miliardo di adulti sono sovrappeso.

Si valuta che in Europa occidentale e negli USA circa mezzo milione di persone l’anno muore per malattie correlate all’obesità, mentre nel resto del mondo tra le cause principali c’è la denutrizione, la quale oltretutto indebolisce anche il sistema immunitario per far fronte a infezioni ed epidemie.

Con una buona educazione alla prevenzione e un uso più equo delle risorse alimentari disponibili si potrebbe, secondo l’OMS, avere un aumento di 5 anni di vita sana nei Paesi e nelle Regioni più sviluppate come Europa, USA, Australia, Nuova Zelanda e Giappone e di ben 16 anni per alcune zone dell’Africa, dove attualmente la speranza di vita è di soli 37 anni.

Si muore quindi sia per eccessi che per carenze e fra le due realtà c’è relazione e interdipendenza. Basti pensare a quanti vegetali (inclusi cereali e legumi) vengono utilizzati per l’allevamento animale.

Noi quindi moriamo per troppi grassi e proteine sprecando al contempo risorse alimentari che potrebbero nutrire milioni di altri esseri umani.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog