Differenze tra alghe e microalghe

Differenze tra alghe e microalghe

Le alghe , il cui ambiente tipico è il mare, non vanno confuse con i cianobatteri o “microalghe verdi-azzurre”, che vivono soprattutto nelle acque dolci e anche, purché vi sia un minimo di umidità, un po’ dovunque, ad esempio sui muri, sulle cortecce degli alberi ecc. Le alghe marine commestibili (Kom­bu, Hijiki, Nori, Kelp, Wakame, […]

Le alghe , il cui ambiente tipico è il mare, non vanno confuse con i cianobatteri o “microalghe verdi-azzurre”, che vivono soprattutto nelle acque dolci e anche, purché vi sia un minimo di umidità, un po’ dovunque, ad esempio sui muri, sulle cortecce degli alberi ecc.

Le alghe marine commestibili (Kom­bu, Hijiki, Nori, Kelp, Wakame, Dulse), non sono protonutrimenti come le microalghe selvatiche.

Soprattutto in Giappone, hanno un’antichissima tradizione e costituiscono una buona fonte di alcune vitamine, in particolare del gruppo B, e sostanze minerali come iodio, calcio, fosforo, sodio, potassio, ma­gnesio, manganese, calcio, zolfo, ferro.

Tra questi lo iodio rappresenta il loro elemento più signifi­cativo. Sono infatti la principale fonte di iodio organico e, già in passato, erano usate empiricamente nella cura del gozzo.

Ci sono alcune importanti differenze, sul piano dell’apporto di nutrienti, tra alghe e microalghe. In particolare con la Klamath che, tra le verdi-azzurre commestibili, possiede le proprietà nutrizionali più interessanti.

Le verdi-azzurre Klamath, rispetto alle alghe marine, presentano un contenuto minerale più equilibrato con maggiori quantità di calcio e fosforo, percentuali molto più basse di sodio e iodio, buone quantità di magnesio e di ferro e un miglior rapporto proporzionale potassio/sodio, più simile a quello di verdure e cereali (16:1 contro 2:1 o 1:1 delle alghe marine).

In più lo spettro minerale e degli altri nutrienti, essendo nelle Klamath molto più ampio, garantisce, unito alla loro elevata assimilabilità, una maggiore e più efficace sinergia nutrizionale.

Pur essendo quindi le alghe marine un ottima fonte nutritiva, il loro apporto nutrizionale è più limitato rispetto a quello delle microalghe. In effetti, questi due alimenti sono perfettamente sinergici, perché le verdi-azzurre presentano un insieme più completo di micronutrienti, mentre le alghe marine forniscono quantità più concentrate solo di specifici nutrienti come il calcio, lo iodio, e certe vitamine.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog