Psicofarmaci ai bambini: numeri da paura!

Psicofarmaci ai bambini: numeri da paura!

Ieri si parlava della controversa questione dell’ADHD (esiste o si tratta di una patologia inventata ad hoc?) e del grosso giro d’affari che si è sviluppato sulla vendita di psicofarmaci prescritti per curarla. A tale proposito abbiamo trovato, cercando sul web, una sintesi aggiornata riportata da sanihelp, con numeri francamente da paura. Eccoli: 11.000.000 = […]

Ieri si parlava della controversa questione dell’ADHD (esiste o si tratta di una patologia inventata ad hoc?) e del grosso giro d’affari che si è sviluppato sulla vendita di psicofarmaci prescritti per curarla.

A tale proposito abbiamo trovato, cercando sul web, una sintesi aggiornata riportata da sanihelp, con numeri francamente da paura. Eccoli:

11.000.000 = i minori che ogni anno utilizzano psicofarmaci negli USA [fonte: NIMH, Nexus, Los Angeles Times]

20.000.000 = il numero di ricette compilate in USA ogni anno per la somministrazione degli psicofarmaci di tipo stimolante ai bambini [fonte: British Medical Journal, Nexus]

10% = la percentuale della popolazione infantile USA che soffrirebbe di ADHD [fonte: International Narcotics Control Board, OMS]

2 miliardi (di dollari) = il giro d’affari per la vendita di un’unica molecola (metilfenidato, nome commerciale Ritalin®) nei soli Stati Uniti [fonte: DEA USA]

3 = il numero di mesi dopo i quali sono state rilevate alterazioni genetiche (triplicate le anormalità cromosomiche, con rischio cancro) nei bambini sottoposti a terapia a base di farmaci stimolanti per l’ADH [fonte: Università del Texas]

2% (pari a 170.000 unità) = la percentuale di minori italiani che soffrirebbero di ADHD secondo i risultati del progetto di screening Prisma [fonte: Ministero per la Salute]

11 = le molecole antidepressive in uso in età pediatrica la cui somministrazione è stata interdetta in quanto ispiravano idee suicidarie (induzione al suicidio) nei bambini [fonte: EMEA, Agenzia Europea per il Farmaco]

30.000 (in crescita) = i bambini italiani che ogni giorno assumono antidepressivi che inducono potenzialmente al suicidio [fonte: Istituto Mario Negri di Milano]

25% = il numero di giovani pazienti che hanno dimostrato dipendenza (difficoltà a interrompere l’assunzione) di molecole antidepressive [fonte: Ufficio studi Glaxo]

8 = l’età a partire dalla quale viene somministrato il Prozac® ai bambini [fonte: EMEA]

20 = minimo uno per ogni regione, il numero dei Centri regionali per la somministrazione di psicofarmaci ai minori che il Ministero della Salute aveva dichiarato di voler attivare sul territorio italiano [fonte: Istituto Superiore di Sanità, Ministero per la Salute]

1 = il registro nazionale dove verranno schedati i bimbi in terapia a base di psicofarmaci stimolanti (metaanfetamine) [fonte: Istituto Superiore di Sanità, Ministero per la Salute].

Nel 1998, secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), assumeva psicofarmaci l’1 per mille dei minorenni italiani. Oggi questa cifra è salita al 6 per mille. Siamo ancora lontani dal  23,7 per mille degli statunitensi, ma cresciamo anche noi: il problema esiste e non possiamo far finta di nulla!

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog