Multinazionali: acqua a rischio

Multinazionali: acqua a rischio

L’acqua è il primo e fondamentale protonutriente. Essa è il costituente principale del nostro corpo e non potremmo sopravvivere più di qualche giorno senza. Attraverso l’acqua avvengono le reazioni chimiche fondamentali per la salute e la funzionalità di tutte le cellule dell’organismo. Ma purtroppo oggi questo essenziale liquido vitale è a forte rischio a causa dell’inquinamento ambientale […]

L’acqua è il primo e fondamentale protonutriente. Essa è il costituente principale del nostro corpo e non potremmo sopravvivere più di qualche giorno senza. Attraverso l’acqua avvengono le reazioni chimiche fondamentali per la salute e la funzionalità di tutte le cellule dell’organismo. Ma purtroppo oggi questo essenziale liquido vitale è a forte rischio a causa dell’inquinamento ambientale e della sconsiderata politica delle multinazionali.

“Per produrre un solo litro di bibite commerciali se ne inquinano circa dieci di acqua potabile” è il monito lanciato dalla scienziata ecologista indiana Vandana Shiva.  In India ad esempio, come ella riporta, ogni impianto per la produzione di queste bevande “berrebbe” tra uno e due milioni di litri d’acqua al giorno.

Con tali quantità di acqua si potrebbero soddisfare le esigenze idriche di milioni di persone. Nei reflui di questi impianti il Pollution control board del Kerala ha inoltre rilevato alte concentrazioni di cadmio e piombo, sostanze altamente tossiche.

Leggi l’articolo completo da La Nuova Ecologia

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog