Geni e DHA

Geni e DHA

L’acido docosoesanoico (DHA) è un grasso derivato dall’acido alfalinolenico (omega-3) che si assume prevalentemente mangiando pesce come il tonno, il salmone e gli sgombri o meglio dalla fonte diretta: le microalghe verdi-azzurre. Ha importanti funzioni neuro e cardioprotettive ed è fondamentale per la vista (il 60% della retina è costituito da DHA). Questo acido grasso […]

L’acido docosoesanoico (DHA) è un grasso derivato dall’acido alfalinolenico (omega-3) che si assume prevalentemente mangiando pesce come il tonno, il salmone e gli sgombri o meglio dalla fonte diretta: le microalghe verdi-azzurre. Ha importanti funzioni neuro e cardioprotettive ed è fondamentale per la vista (il 60% della retina è costituito da DHA).

Questo acido grasso è ritenuto essenziale anche per il corretto sviluppo dell’occhio e del cervello nel neonato,
infatti varie indagini hanno dimostrato come in sua presenza il bimbo cresca meglio e acquisisca una vista migliore. D’altra parte una quantità insufficiente di DHA è stata implicata in disordini dello sviluppo come l’autismo, deficit di attenzione e iperattività, problemi di apprendimento.

La mamma assume Il DHA con la dieta per poi passarlo al bambino tramite l’allattamento. Uno studio condotto da Richard Weinberg della Wake Forest University Baptist Medical Center a Winston-Salem ha mostrato che i geni materni influenzano la composizione nutrizionale del latte. Nel campione delle 111 neomamme esaminato la concentrazione del DHA nel sangue materno e anche i suoi livelli nel latte erano a parità di dieta più bassi per alcune mamme con conseguente effetto sullo sviluppo del neonato.

Secondo la ricerca ciò sarebbe dovuto alla presenza di geni specifici (ApoE, ApoA4) che hanno un significativo impatto sulla qualità del latte materno e che produrrebbero una proteina critica nell’assorbimento dei grassi dai cibi.

I ricercatori auspicano per il futuro preventivi test genetici per indicare la giusta dieta durante l’allattamento, in ogni caso l’integrazione di buone fonti primarie di DHA come l’olio algale costituisce una protezione e prevenzione importante per tutte le mamme durante la gravidanza e l’allattamento.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog