Medicina per errori

Medicina per errori

Abbiamo spesso trattato in questo blog il tema dell’importanza della prevenzione fisiologica, con l’aiuto anche dei giusti supporti nutrizionali, e dei rischi (iatrogenesi) connessi a un approccio esclusivamente sintomatico e farmacologico alla profilassi e e alla cura. Alquanto preoccupanti a tale proposito appaiono i dati recentemente diffusi dall’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom), secondo i […]

Abbiamo spesso trattato in questo blog il tema dell’importanza della prevenzione fisiologica, con l’aiuto anche dei giusti supporti nutrizionali, e dei rischi (iatrogenesi) connessi a un approccio esclusivamente sintomatico e farmacologico alla profilassi e e alla cura.

Alquanto preoccupanti a tale proposito appaiono i dati recentemente diffusi dall’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom), secondo i quali sarebbero circa 90 al giorno (tra i 14 mila e i 50 mila all’anno) i decessi provocati direttamente o indirettamente dagli errori dei medici o comunque dei sistemi di assistenza e cura. Un numero di vittime maggiori, quindi, degli incidenti stradali, dell’infarto e di molti tumori.

L’errore di un camice bianco danneggerebbe inoltre – pur senza arrivare a ucciderle -. altre 320 mila persone l’anno, con costi annuali stimati in 10 miliardi di euro (1% del Pil).

Tali stime sono state fortemente contestate da altre associazioni mediche le quali accusano l’Aiom di fare «allarmismo», ma sono stati accolti, seppur con prudenza, dal ministro della Salute Livia Turco che auspica maggiori garanzie per la sicurezza dei pazienti.

Articoli sull’argomento:
Promiseland
Corriere

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog