Cromo polinicotinato e diabete

Cromo polinicotinato e diabete

Il Cromo polinicotinato è una forma biologicamente attiva e altamente assimilabile di cromo, minerale che favorisce lo smaltimento di grassi e zuccheri e la tonificazione muscolare. Il cromo come abbiamo visto nel post precedente aiuta anche l’ormone insulina a svolgere meglio il suo lavoro per la regolazione della glicemia. Gli studiosi sostengono che l’azione del cromo […]

Il Cromo polinicotinato è una forma biologicamente attiva e altamente assimilabile di cromo, minerale che favorisce lo smaltimento di grassi e zuccheri e la tonificazione muscolare. Il cromo come abbiamo visto nel post precedente aiuta anche l’ormone insulina a svolgere meglio il suo lavoro per la regolazione della glicemia.

Gli studiosi sostengono che l’azione del cromo biologicamente attivo è sostanzialmente nutrizio­nale e non farmacologica, per cui deve essere considerata come aggiunta al trattamento e alla prevenzione del diabete.[1]

Studi condotti su pazienti affetti da diabete evidenziano:

a) una rimarchevole riduzione (fino alla quasi normalizzazione) degli zuccheri ematici;
b) un abbassamento dell’insulina e del colesterolo;
c) un miglioramento della normalizzazione del tasso glicemico nelle due ore post-prandiali.

Il gruppo di ricerca USDA condotto dal Dr. Richard Anderson ha dimostrato che non solo il cromo biologicamente attivo aiuta a diminuire i livelli alti di zuccheri ematici ma anche ad incrementarne i livelli nei soggetti ipoglicemici.[2]

—————————————————
1. Evans, Gary W., Internat. J. Biosoc. Med. Res., 1989
2. Richard A . Anderson, PhD. Chromium, glucose intolerance and diabetes, Journal of the American College of Nutrition 17(6):548-555, 1998.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog