Mangiar sano

Mangiar sano

Un’alimentazione che sia al contempo sana, nutriente e gustosa è, per diversi aspetti, molto simile a quella seguita, nei secoli passati,  spontaneamente dai nostri antenati nell’area mediterranea. Essa includeva prevalentemente cereali, legumi, verdure di stagione, pesce, olio di prima spremitura e ridotte quantità di carne e grassi animali saturi. La ricerca nutrizionale moderna conferma che […]

Un’alimentazione che sia al contempo sana, nutriente e gustosa è, per diversi aspetti, molto simile a quella seguita, nei secoli passati,  spontaneamente dai nostri antenati nell’area mediterranea. Essa includeva prevalentemente cereali, legumi, verdure di stagione, pesce, olio di prima spremitura e ridotte quantità di carne e grassi animali saturi. La ricerca nutrizionale moderna conferma che questo modo di mangiare è il più adatto alla nostra fisiologia e anche la miglior forma di prevenzione per le malattie del mondo moderno. Ecco alcuni suggerimenti per migliorare la nostra alimentazione:

– Aumentare i carboidrati complessi (riso, mais, frumento, orzo, miglio, farro). Ridurre il consumo di cereali eccessivamente raffinati (riso brillato, farina bianca, ecc.).

– Evitare lo zucchero e i dolcificanti non naturali.

– Non mescolare proteine animali diverse nello stesso pasto. In generale evitare l’uso frequente di latteo-caseari (latte, formaggi, burro, panna, yogurt) e gli insaccati; ridurre il consumo di carne e uova; preferire il pesce e le proteine vegetali (fagioli, ceci, lenticchie, tofu).

– Evitare l’uso frequente di grassi e oli cotti.

– Diminuire il sale.

– Consumare preferibilmente alimenti freschi e verdure di stagione, possibilmente non trattate.

– Inserire un po’ di crudità, germogli o verdure fermentate (tipo crauti naturali o insalatini) nei pasti, soprattutto se a base di cibi animali.

– Per un più elevato apporto nutrizionale integrare la propria alimentazione con cibi verdi selvatici, ricchi di clorofilla, minerali, vitamine e sostanze antiossidanti naturali facilmente assimilabili.

– Per evitare problemi di digestione è preferibile non consumare la frutta più dolce e zuccherina a fine pasto.

– Bere soprattutto acqua e in buona quantità.

– Masticare bene.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog