Gusto e dintorni, la cioccolata è più buona se la tazza è arancione

cioccolata

Vi piace la cioccolata? Attenzione a quello che rispondete, perché il gusto che percepite dipende non solo dalla bevanda, ma anche dal colore della tazza in cui la state bevendo. Infatti secondo uno studio pubblicato sul Journal of Sensory Studies il sapore della cioccolata sembra diverso a seconda del colore del suo contenitore. In particolare, la bevanda sembra essere più buona se servita in una tazza arancione o color crema piuttosto che bianca o rossa. Più in generale, questa scoperta conferma quanto già evidenziato da altre ricerche: i nostri sensi percepiscono cibi e bevande modo diverso a seconda delle caratteristiche dei contenitori da cui li mangiamo o beviamo.

A concentrarsi sulla cioccolata sono stati Betina Piqueras-Fiszman, ricercatrice dell'Università Politecnica di Valencia (Spagna) e Charles Spence, dell'Università di Oxford (Regno Unito), che hanno chiesto a 57 volontari di degustare della cioccolata calda servita in tazze identiche in tutto tranne che nel colore esterno, che poteva essere bianco, crema, rosso o arancione. Nonostante la bevanda fosse sempre la stessa, per i partecipanti quella bevuta dalle tazze arancioni o crema era più buona.

Piqueras-Fiszman ha spiegato che

il colore del contenitore in cui sono serviti cibi e bevande può esaltare alcune caratteristiche, come il sapore e l'aroma.

Tuttavia, non c'è una regola fissa e l'associazione tra colore e gusto


varia a seconda del tipo di cibo.

A dare qualche esempio di questo fenomeno sono gli stessi autori dello studio, che hanno ricordato che altre ricerche hanno dimostrato che i barattoli gialli migliorano il sapore del limone, mentre le bibite in bottiglie blu sembrano più dissetanti di quelle in bottiglie rosse e quelle rosa sembrano più dolci. Non vi basta? La mousse di fragole è più dolce e intensa se servita su piatto bianco anziché nero, mentre le confezioni di caffè marrone fanno credere che la bevanda abbia un sapore e un aroma più intensi, mentre quelle blu o gialle la fanno percepire come più delicata.

La verità

ha aggiunto Piqueras-Fiszman

è che, dato che c'è questo effetto, dovrebbe essere posta più attenzione al colore del contenitore perché ha un potenziale maggiore rispetto a quanto si potrebbe immaginare.

Aspetto interessante non solo per gli scienziati interessati a capire i meccanismi attraverso i quali il cervello integra le informazioni visive ricevute, ma anche per gli chef e gli altri esperti della ristorazione e dell'industria alimentare.

E' il caso

hanno spiegato gli autori

di sperimentare per capire in che modo il contenitore in quanto tale influenza la percezione che il consumatore ha del prodotto.

Via | EurekAlert!
Foto | SINC

  • shares
  • Mail